Notte 23 Maggio 2012

Regole del forum
Quest'area è accessibile ai visitatori per permettere ai nuovi utenti di assaporare il play by forum... una modalità di gioco interattiva e narrativa in cui ciascuno può dialogare con gli altri seguendo poche semplici regole, e descrivere le proprie azioni... costruendo quasi un racconto a più mani sul suo personaggio.

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Paolo “Apollo” Roviano » 16/06/2012, 18:38

Un bussare timido alla porta, uno, due, tre colpi;
Fa il suo ingresso Roviano, impeccabile come sempre nel suo completino, gli occhiali da intellettuale leggermente sbilenchi eppure raffinati, sotto al braccio una rivista e qualche giornale tenuti con eleganza.

Buonasera,... mio Principe.

Il saluto conviviale, anche se si avverte un leggero imbarazzo, come se non sapesse veramente quale forma scegliere al caso.
Poi in piccolo e goffo inchino verso gli altri presenti.

Porto notizie importanti, se non disturbo, e se vorrete dedicarmi cinque minuti. Almeno credo...

sembra per un momento riflettere fra sè, ed estraniarsi dalla stanza.
Paolo “Apollo” Roviano
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 28/09/2010, 11:38

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Tebaldo Acton » 17/06/2012, 17:59

Ho mai rifiutato di dedicarti del tempo, mio caro? Sorrido all'indirizzo della mia progenie. Soprattutto se le notizie sono, come dici e come non ho motivo di non credere, importanti. Ti prego, parla.
Tebaldo Acton, progenie di Ferrante Acton.

Principe della città di Napoli.
Primus inter pares.
Tebaldo Acton
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 65
Iscritto il: 22/08/2010, 22:08

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Andrea » 17/06/2012, 18:47

Prendo da vicino al muro una vecchia sedia con la seduta di paglia parzialmente sfondata, coperta dalla polvere, e la posiziono a favore della progenie di Tebaldo, appena giunta nella stanza:
"Prego, accomodati pure".
Dopodichè mi posiziono in piedi alle spalle del Principe, incrocio le braccia e fisso Roviano in attesa di ascoltare le sue parole.

Andrea, Ancilla del Clan Nosferatu, Sceriffo del Trono di Napoli
Andrea
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 80
Iscritto il: 09/11/2011, 12:18

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Paolo “Apollo” Roviano » 18/06/2012, 11:33

Apollo guarda un momento la sedia sdrucita, poi sorridente verso il Nosferatu:

Grazie.

Sfila il fazzoletto dal taschino della giacca e con un movimento secco e consumato lo batte due volte sul ripiano della sedia, sollevando piccole volute di polvere, dopodiché lo stende ponendo cura ad allungare i quattro angoli ed alla fine del cerimoniale vi si siede con soddisfazione accavallando le gambe.

Beh ecco, c'è da dire che ho provato a rendermi utile.
Anche se non tutto m'è ancora chiaro, è palese che qualcuno ce l'abbia con voi Mio Sire: arrivare a lanciare una bomba a mano in un locale gremito! Roba da FarWest! Mi tremano ancora le gambe al solo pensarci, perfortuna eravamo lontani dalla porta, e perfortuna che il tetto ha retto!
Una Bomba A Mano! Ma dico io, nemmeno fossimo uno di quei paesucoli dell'Africa senza legge!
Questa è l'Italia, e dell'anno duemila! Lo sa questa gente?
Siamo il paese che ha dato i natali a Pascoli, Foscolo, Mazzini, Carducci, Ungaretti! E questi ci tirano addosso bombe a mano come fossero confetti!!


Il Roviano ci volta un attimo verso Andrea, annuendo con la testa come a condividere un pensiero comune mentre parla.
Poi prosegue imperterrito, dando per scontato l'assendo dall'altra parte

Ovviamente allora ho pensato che questa gentaglia, rozza e illetterata, prima o poi avrebbe combinato un altra biricchinata delle sue; e mi son ricordato di questo mio vecchio amico.
C'eravamo conosciuti ad una conferenza all'università sulla "Etica e Funzione Morale nei Mass Media" o qualcosa di simile, non ricordo bene tranne il fatto che fosse una noia mortale, ma ci sarebbe stato il Rettore e qualche altro Decano, e non potevo mancare vi pare?
Quindi capita che mi ritrovo seduto vicino questo corpulento giornalista, anche se poi scopro che è molto bene introdotto, che oltre a sudare come un maiale prima del macello, sbadiglia aprendo quel suo forno di bocca a tutto spiano.
Trovo la cosa molto divertente a ripensarci ora, le occhiatine gelide degli altri sembravano non toccarlo minimamente, sicuro un soggetto peculiare.

Ma facciamola corta vi pare??
Dicevo che conosco questo giornalista, una chiacchiera, due risate; alla fine vien fuori che ha una passioncella per i Rhum cubani, che detto tra noi fanno proprio pena, sembrano fatti coi piedi, ed è forse meglio lasciare ferma qui la fantasia perchè ho il sospetto che sia uno di quei casi dove la verità la batterebbe dieci ad uno; se capite quello che intendo.
Ovviamente ho sempre tentato di non farmene mancare una bottiglia quando vado a trovare quest'amico, che in effetti non è nemmeno che sia un regalo costo, o difficile da ottenere come i sigari, quelli sono una vera via crucis; è solo che i cubani tendono a berselo così velocemente che difficilmente ne arriva, e comunque nessuno lo importa visto che come dicevo è una vera ciofeca.
Ma io perfortuna ho quest'altro amico che fa il capitano di una nave di carico, di Torre del Greco, a cui aiutai la figlia a prender qualche esame, bella figliola ma con una testina di coccio come poche, ed ora ha anche un altro figlio iscritto, e ci tiene che anche questo vada bene; insomma, coi prezzi che vanno oggi gli esami universitari direi che le mie tariffe siano proprio economiche, vi pare??
c'è qualche collega che ultimamente viene in dipartimento con la Z3, un pò pacchiana invero, e non venite a dirmi che se l'è presa con qualche eredità piovuta da uno Zio d'America, non siamo poi così sprovveduti infondo, stupidi esibizionisti.


Apollo, si sfila gli occhiali e vorrebbe far per pulirli, ma si ricorda che il fazzoletto ora gli scalda le terga, con disappunto li inforca nuovamente

Fatto sta che avevo avvertito alcuni amici, e questo in particolare di tenermi aggiornato se accadeva qualcosa d'insolito, anche se ovviamente per napoli è un aggettivo tutt'altro che facile da interpretare.
Ho passato le ultime settimane ad annoiarmi a morte su trafiletti di notizie strambe e scritte nel peggiore dei modi possibili; c'è da chiedersi cosa imparino al giorno d'oggi gli scrittori. Poi stasera mi arriva questo...


Roviano allunga uno dei giornali che s'era portato dietro, porgendolo a Tebaldo ed indicandone l'articolo di testa.
http://img535.imageshack.us/img535/2669/giornale21.jpg

Il Giornale non è ancora in edicola, uscirà solo domani col suo articolo.
Mi son ricordato di uno dei vostri "Ospiti", mio Sire, o di un paio in vero.
Ci ho parlato poco, troppo rozzi, ma mi aveva colpito il loro volto ed atteggiamento e "Ferini" è l'esatto aggettivo che m'era venuto in mente nell'osservarli. Allora penso che forse c'è un collegamento, o forse non ho capito niente.
Ma ho preferito venir da voi a parlarne brevemente piuttosto che lasciare cadere qualcosa d'importante.
Spero giudichiate la notizia importante, ed il mio operato sensato. Vivo per servirvi.


L'attesa negli occhi di Apollo non può venir mascherata dal suo affabile sorriso stavolta.
Paolo “Apollo” Roviano
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 28/09/2010, 11:38

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Minerva dei Vili » 18/06/2012, 13:00

Minerva ha parcheggiato accuratamente l'autovettura ed ha controllato tutta la zona fumando accanitamente una sigaretta dopo l'altra.
Ora la situazione sembra tranquilla e la Brujah decide di entrare nella dimora temporanea del Principe, per essere messa a conoscenza delle ultime novità. Appena Minerva fa il suo ingresso storce il naso in risposta ad un pungente odore di muffa nell'aria, ma nonostante ciò, la sua attenzione si posa sulle parole di Apollo Roviano, che si accinge a mostrare un articolo di giornale al Principe Tebaldo.
La curiosità di Minerva cresce.
Con disinvoltura sceglie di sedersi sul pavimento, appoggia la schiena al muro e gli avambracci sulle ginocchia.
Resta in questa posizione col suo solito sguardo crucciato e ascolta scupolosamente le parole dei presenti.
Se non hai santi in Paradiso, devi almeno avere guerrieri all'Inferno.
Minerva dei Vili
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 29/09/2010, 0:09

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Andrea » 18/06/2012, 13:27

Leggo attentamente l'articolo da dietro le spalle di Tebaldo, senza disturbarlo o interrompere in nessun modo la sua lettura.
Alla fine del primo capoverso, la mia attenzione viene catturata da una nuova presenza nella stanza:
"Benvenuta, Minerva. Se preferisci, dovrebbe esserci in giro qualche altra sedia abbastanza integra".
La mia attenzione torna all'articolo. Termino la lettura. GLi occhi si muovono velocemente: qualcosa ha colpito la mia attenzione.
Mi sporgo, in maniera abbastanza indelicata, oltre la schiena di Tebaldo, poggiando la mano sinistra sulla spalla di questi. Ecco di cosa si tratta:
"<<Una ditta di costruzioni locale a favore del recupero ambientale...>>, probabilmente sto di nuovo peccando di presunzione, ma qualcosa mi dice che si tratta della Cantieri del Sud. Dovremmo davvero verificare, perché, se così fosse..."
Con la mano sinistra estraggo dalla tasca un plico di fogli piegati, la cui usura lascia intuire quanto tempo lo Sceriffo abbia passato a studiarli. Sui fogli, oltre ad una serie di dati sensibili sull'identità di due Cainiti (nome e cognome, numero di cellulare, dominio, contatti, etc.), sono stampate le foto di due individui, solo che le immagini sono sfocate, quasi come in movimento:
"...questi due Lasombra potrebbero darci parecchie spiegazioni in merito. Si tratta di due membri della spada di Caino che, da quanto credo di aver capito, controllano il Consiglio di Amministrazione della Cantieri per il Sud. Il Ricciardi, l'avvocato la cui casa ho avuto modo di visitare, li conosce, ne conosce la natura (pur ignorando il nome del Clan Lasombra), i punti deboli. Pensa di poterli controllare, e, in ogni caso, si riserva la possibilità di rivelare ad altri clan della malavita la vera natura dei suoi soci. E questo ci porta al problema principale di cui parlai al Principe: rischiamo una violazione della Prima Tradizione di dimensioni inaudite. Questo Ricciardi deve morire. Chi si tratti della sua morte definitiva, o del suo Abbraccio, è qualcosa che è Tebaldo a dover decidere. Tuttavia, direi che ora una delle priorità potrebbe essere proprio quella di verificare se la ditta di costruzioni cui l'articolo allude sia quella di cui sospetto. In caso di conferma, mobiliterei una squadra guidata dal Flagello per rintracciare e catturare questi due Lasombra. Signor Roviano, se ho capito bene di che tipo di contatti disponi, tu sicuramente potresti confermare o smentire i miei sospetti. Saresti disposto ad occuparti della cosa?"
Come termino di parlare, mi rendo finalmente conto della mia indelicatezza. Allontano di scatto la mano dalla spalla di Tebaldo, quasi come se il contatto mi avesse scottato. Abbasso in maniera imbarazzata lo sguardo verso terra, incrocio le braccia mentra faccio un piccolo passo indietro, riposizionandomi dietro la schiena del Principe:
"...cioè, naturalemente intendo se il Principe pensa che sia una buona idea".

Andrea, Ancilla del Clan Nosferatu, Sceriffo del Trono di Napoli
Andrea
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 80
Iscritto il: 09/11/2011, 12:18

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Camilla Althan » 18/06/2012, 21:53

Un uomo dai lunghi capelli rossi e lisci tenuti legati da un fermaglio apre la portiera dell'utilitaria facendomi scendere... pochi passi nel vicolo stretto e fatiscente mi separano dalla palazzina.
Gli faccio un segno con la mano e lui annuisce tornando nella macchina e mettendo in moto.
Dunque mi accingo ad entrare nel posto guardandomi intorno e tenendo all'erta i miei sensi. L'odore di muffa, il vago sentore di tomba che proviene dalle cantine abbandonate è familiare a tutto il centro storico.
Mi guardo attorno cercando Rondo... sicuramente non è ancora arrivato... resto nell'androne immerso nella penombra attendendo il suo arrivo prima di entrare.
Immagine
Avatar utente
Camilla Althan
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 06/09/2010, 21:06
Località: Napoli [In the Heart of Nothing]

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Rondo » 18/06/2012, 21:58

Lascio il motorino non molto lontano dal vicolo e lo parcheggio mettendoci una catena al volo.

Mi accingo ad andare al numero e arrivando mi fermo a guardare in giro e vedo la Camilletta nell'androne.

Mi avvicino sussurrandole: <<Allora è qui, giusto!>> con aria di ovvietà per ciò che ho detto con un gesto di mani aperte e guardando sopra a destra e sinistra...
Immagine
Avatar utente
Rondo
13° generazione da forum
 
Messaggi: 117
Iscritto il: 22/08/2010, 15:28
Località: Napoli.

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Camilla Althan » 18/06/2012, 22:18

Sorrido vedendo arrivare Rondo da lontano, frugo nella borsetta cercando qualcosa e glielo porgo... è un sacchetto di vellutino blu [segue MP]


<<Entriamo>> dico brevemente.

Con cenno della mano saluto i presenti accompagnando il mio gesto con un laconico <<'Sera a tutti voi.>>
Immagine
Avatar utente
Camilla Althan
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 06/09/2010, 21:06
Località: Napoli [In the Heart of Nothing]

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Tebaldo Acton » 19/06/2012, 20:49

Termino di leggere il trafiletto e fisso Apollo, il mio caro Apollo, il Sangue del mio Sangue, in tutti i sensi.
Mi pare un ottimo, un eccellente lavoro, mio caro: finalmente inizi a mettere le tue non comuni, le tue eccelse direi, qualità al servizio della Camarilla. Sono colpito, colpito e favorevolmente impressionato da tutto ciò.
Sorrido, mentre un'ombra di tenerezza mi vela lo sguardo.
Crescono così in fretta... così in fretta. Ormai il momento è arrivato, mio caro.
Mi alzo e lo abbraccio.
Ormai hai messo le ali, mio piccolo, dolce implume: ormai sei in grado di volare da solo. Ma di questo parleremo al prossimo Consiglio, ora non è il momento adatto.
Mi rivolgo ad Andrea.
Andrea, non hai bisogno, per tutto ciò che riguarda la sicurezza della Città, di chiedere il mio parere, men che meno la mia autorizzazione. Il tuo acume e la tua dedizione ci hanno salvati molte volte, più di quante io ricordi.
Torno a sedermi, sempre fissandolo.
Nutro la massima considerazione per le tue capacità, Andrea: forse più di quanto tu stesso immagini. Ma anche di questo penso sia il caso di parlare nella prossima riunione. Decisamente.
Mi accorgo solo ora dell'ingresso di Camilla e di Rondo. Saluto entrambi con un affabile sorriso, anche se la mia mente comincia ad essere occupata da altro: da nuvole, e onde, onde...
Tebaldo Acton, progenie di Ferrante Acton.

Principe della città di Napoli.
Primus inter pares.
Tebaldo Acton
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 65
Iscritto il: 22/08/2010, 22:08

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Rondo » 20/06/2012, 4:16

Con un gesto affettato della mano saluto tutti i presenti e poi chiedo: << Se po' Scerì?>>

Attendendo la risposta fuori la porta con un sorriso guardando le persone nella stanza.
Immagine
Avatar utente
Rondo
13° generazione da forum
 
Messaggi: 117
Iscritto il: 22/08/2010, 15:28
Località: Napoli.

Precedente

Torna a Palazzina in Via della Calce 23

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite