Notte 23 Maggio 2012

Regole del forum
Quest'area è accessibile ai visitatori per permettere ai nuovi utenti di assaporare il play by forum... una modalità di gioco interattiva e narrativa in cui ciascuno può dialogare con gli altri seguendo poche semplici regole, e descrivere le proprie azioni... costruendo quasi un racconto a più mani sul suo personaggio.

Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Narratore » 24/05/2012, 9:29

Gran fermento per il primo grande Esbat ecumenico presieduto dalle riformate guide della Spada di Caino, unti formalmente, e dunque riconosciuti dalla Setta, i due Vescovi attendono l'arrivo dei branchi per fare il punto della situazione...
Avatar utente
Narratore
Narratore
Narratore
 
Messaggi: 1719
Iscritto il: 09/08/2010, 12:13
Località: Napoli

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Marzio Aguerra » 24/05/2012, 19:55

Marzio arriva da un ingresso laterale, silenzioso.
Alza uno cipiglio interrogativo sulle figure dei due Vescovi, esaminandoli e volgendo uno sguardo indagatore prima sull'uno poi sull'altra.
Alla fine scrolla le spalle del tutto indifferente, china il capo una volta in segno di saluto ad entrambi.

Poi con tranquillità si cerca un bel posticino comodo dentro una fiat sgangherata, dove si siede in attesa dell'arrivo degli altri.
Marzio Aguerra
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 25/01/2012, 23:04

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Ludovico » 25/05/2012, 12:05

Ludovico arriva poco dopo Marzio che lo precedeva per controllare la sicurezza del posto.
Durante il percorso si incanta a non molta distanza dai Vescovi e comincia a guardarsi intorno sempre più intensamente.
Passano alcuni secondi, forse uno o due minuti, poi rivolge lo sguardo ai due e prosegue verso di loro.

Immaginavo... quanto spettacolare sarebbe questo posto se invece di queste vecchie scatolette di ferro ci fossero corpi? Corpi modellati, abbelliti, trasformati come solo la Vicissitudine può! Ah, sogno ad occhi aperti... perdonatemi Vescovi.

Un profondo inchino che dura quanto le sue parole.

Mi inchino alla Spada di Caino e all'importanza della vostra missione e delle vostre responsabilità. Non perdete mai di vista la fine di questa Sacra Guerra ma al tempo stesso non fatevi distrarre da fretta e rabbia, guerrieri miei. Complimenti a Diamara per aver difeso la sua carica come il Sabbat ci ha insegnato a fare e complimenti a Ferdinando per l'investitura. Adesso prendiamoci questa città!

Un sorriso sul suo volto.
Ludovico
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 11/01/2012, 14:55

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Silas » 25/05/2012, 15:04

Sotto forma di corvo, sorvolo la zona dello scasso in circoli concentrici, fino a posarmi sul tettuccio di una vecchia Fiat, senza badare se sia piena o vuota.
Gracchio una sola volta a volume intenso, e un battito di ciglia dopo ho riassunto il mio aspetto. Cappuccio calato che rende visibile solo l'espressione deformata in ghigno, mi rivolgo alle massime cariche presenti:
"Vescovi bentrovati"
Fisso entrambi negli occhi, prima l'uno, poi l'altra, quindi mi inginocchio in riverenza, per poi mettermi direttamente seduto, sempre sul tettuccio dell'auto.
Il mio sguardo si rivolge quindi a Ludovico, cui, con un cenno del capo, indirizzo un saluto con espressione seria, e domando: "Marzio, ancora non si è visto?".

M. Silas
Silas
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 28/01/2012, 14:14

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Diamara Hedjet » 25/05/2012, 18:15

Osservo i fratelli giungere uno dopo l'altro e con un cenno del capo prendo atto delle loro riverenze.

Un lieve sorriso sbilenco appare sulle mie labbra nell'ascoltare le parole di Ludovico... una fantasia tutt'altro che affine alla mia... ma originale.
La guerra è sempre più vicina, il suo odore è quasi palpabile come carne viva.

Il mio sguardo si posa su quello di Silas, alzo la mano indicando una direzione che si trova giusto sotto di lui. Sorrido.
<<E' più vicino di quanto pensi...>> i miei gioielli tintinnano al muoversi del mio braccio. <<Proprio sotto di te.>>
Immagine
Avatar utente
Diamara Hedjet
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 56
Iscritto il: 16/12/2011, 21:51
Località: Napoli +In The Heart of Nothing+

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Ferdinando Forte » 25/05/2012, 18:44

In piedi accanto al trono di copertoni di Djamara, la mia spada ha la punta rivolta verso il basso e le mie mani fasciate sono incrociate sul pomello.
Osservo con curiosità l'arrivo dei cainiti, ... Visto che siete qui per primi sarete i primi a dirmi se avete rimostranze per la decisione del Priscus sulla mia nomina. Mi sono stupito di non aver sentito nessuna voce levarsi, pensavo che il fatto che la progenie del Vescovo Torre avesse ripreso, anche se solo in parte, il posto che fu del suo Sire generasse qualche malessere... Se vi sto sul culo ditemelo subito, adesso che siamo lontani dalle orecchie del Priscus. Innanzitutto voglio sentire la voce di Marzio, perché non c'eri e perché so che da un Brujah posso aspettarmi solo la schiettezza, soprattutto se Sabbatico.
Immagine
La boxe è un simbolo, ma il pugno è la cosa più concreta che esista.Vinicio Capossela
Avatar utente
Ferdinando Forte
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 93
Iscritto il: 16/12/2011, 12:15

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Marzio Aguerra » 25/05/2012, 18:58

Il Brujah fa un cenno convenzionale verso Ludovico, per indicargli che il luogo gli sembra sicuro ed il perimetro controllato.
Ascolta come sempre in silenzio le parole che vengono pronunciate, ma sembra focalizzare la sua attenzione quando il Toreador nomina " La Guerra".


I suoi pensieri vengono distolti dall'arrivo di Silas.
Marzio porta istintivamente la mano al pugnale quando sente rumore sul tettuccio della macchina che aveva scelto come "seggio"; la voce di Silas lo tranquillizza immediatamente, e risponde al sorriso di Diamara, battendo al contempo due colpi al tetto interno, per dichiarare la sua presenza al Compagno d'Arme.

Sempre al tuo fianco Silas, in ogni circostanza, contro tutto e tutti.

Poi lentamente esce dalla macchina, raccogliendo l'invito a parlare del Neoeletto Vescovo.

La Furia ed il Sangue è sempre stato il primo a rispondere ad ogni chiamata del Sabbat, questo è e non cambia.
Per quanto riguarda le nomine e i titoli, io non me ne curo. E per quanto riguarda voi, non ho animosità ne pregiudizi.
Non sta a me concederle o avallarle; io sono un soldato, obbedisco.

Come combattente riconosco sul campo chi mi affianca, copre le spalle e rischia insieme a me.
Il mio comandante è Israfil, Ductus e Angelo del Sabbat; la mia guida Spirituale Ludovico, Priest del Sabbat.
Loro mi trasmetteranno i vostri ordini, io li eseguirò.
Marzio Aguerra
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 25/01/2012, 23:04

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Giacomo Belcorvo » 26/05/2012, 4:52

Camminando attraverso i detriti delle macchine, che oramai sono o solo pezzi sparsi e distrutti o semplici derelitti, mi accingo a dare un colpo d'occhio ad ogni presenza intorno.

Il rumore di tacchi di stivale e bastone fanno eco ai miei passi.

Quando giungo nelle vicinanze dei Vescovi mi inginocchio di fronte a loro ed esclamo:


<<Lunga notte a voi nostre guide, che le vostri notti possano essere infinite...>>

Poi mi alzo e con un semplice cenno della testa saluto ognuno dei presenti con un sorriso obliquo di appagamento nel vedere varie facce stanotte.

Poi torno serio, mi guardo attorno e cerco un posto per rimanere ad osservare l'arrivo di qualche altro avventore o cosa ci si appresta a dire questa notte...
Immagine
Avatar utente
Giacomo Belcorvo
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 16/12/2011, 22:58
Località: Napoli, la città del gusto... bhè dipende...

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Ludovico » 26/05/2012, 13:30

Con un elegante cenno del capo Ludovico saluta Belcorvo e prende parola.
Ah, Marzio... dove posso ordinare altri come te?

Il camice bianco è sporco di sangue incrostato e di svariate altre sostanze e liquidi.
I suoi fidi guanti di lattice ancora gocciolano e nella cintura sono visibili almeno due bisturi.
Gli occhi coperti da occhiali da saldatore rigati e macchiati da mille pasti e "interventi".
Dunque Ferdinando... la tua nomina al momento non può essere criticata, è presto. Come dissi a Diamara a suo tempo io, il mio Branco e sono sicuro tutto il Sabbat attende una dimostrazione di forza, una dimostrazione del dono che Caino ha lasciato per te sulla tua strada e perchè no, anche sulla nostra.

Scuote il capo guardando al suolo, intreccia le braccia dietro la schiena e comincia a camminare in piccoli cerchi con fare nervoso. La sua mano sinistra si muove come se volesse svitarsi dal corpo.

MA...
ma...
ma...
Puoi dire di poter dirigere questa Setta verso la vittoria? Hai un piano o ancora non hai pensato alla prossima mossa da fare? Chi ti aiuterà a pianificare queste strategie? Chi guiderà la dannata Anima di questa Setta nella violenza e nella cenere che verrà? Perchè cenere siamo e cenere ritorneremo, ma VITTORIOSI! Sei pronto ad assumerti questa responsabilità? Sei pronto a condividerla e a non lasciare che essa ti domini rendendoti cieco?
Il Priscus ha dimenticato una cosa la scorsa notte, anzi due!
L'Alpha Gangrel non doveva finire così. Lei aveva le informazioni che ci servono per cercare l'altro e lui mi ordina di giustiziarla! Cazzo! Cosa succede a questi Cainiti? Perchè non vedono al di la del proprio naso?
Ultima cosa, ma PER NIENTE ultima, io sono un Toreador Antitribù e rappresento un Clan che nella storia è stato la Spina Dorsale del Sabbat! Che nessuno più lo scordi come io non scorderò nessuno di voi!


Torna da Marzio, si siede sul cofano.
Ludovico
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 11/01/2012, 14:55

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Calypso » 26/05/2012, 14:54

Calypso è appena giunta allo scasso. I disordinati cadaveri meccanici che la circondano , le arrecano una strana sensazione di dannata quiete. I suoi pensieri vaganti vengono interrotti dalle voci degli altri Sabbatici in lontananza, alcune voci le riconosce facilmente, altre meno. La Gangrel mantiene la fronte crucciata, ma la sua bocca color vermiglio accenna un viscido sorriso da un lato: muore dalla voglia di sapere quanto dolce e quanto salato ha lasciato l'arrivo del Priscus in questa setta ... Calypso, sale senza compiere il minimo sforzo sul tettuccio della prima di una serie di scheletri di macchine dinnanzi a lei. Intraprende un bizzarro percorso e camminando di tettuccio in tettuccio , arriva al luogo d'incontro. Nonostante il rumore dei suoi erotici stivali in pellle sulle lamiere l'abbiano già annunciata, con un balzo felino salta giù dal tettuccio e si mischia tra gli altri, inserendosi, senza esitazioni, nella conversazione:

" ... Non siamo qui, questa notte, proprio per pianificare le prossime mosse? Piuttosto che per continuare a rivendicare il proprio potere nel Sabbat? E ve lo dice una che è stata nominata Ductus, poche notti fa, senza mai aver avuto alcun tipo di pretesa. Sono vertebra portante di questa spina dorsale, così come lo ero prima di ricevere questa carica. Tutti, qui siete vertebre, fondamentali, di questa setta, che vi sia chiaro, se non siamo tutti vicini all'unisono, non riusciremo mai, a far stare in piedi questo micidiale corpo che chiamiamo Sabbat. "

Il suo sguardo, adesso, si posa sul volto dei due Vescovi, principalmente su quello di Ferdinando, accompagnato da un rispettoso cenno del capo.

"Ferdinando, colgo il tuo appello per dirti che sono molto ottimista riguardo questa diarchia. Seppur sia indubbiamente presto, sono fiduciosa del fatto che fin da ADESSO grazie a te , a Diamara e grazie alla collaborazione onesta di tutti, riusciremo a trovare soluzione alle numerose questioni che ci minacciano. "

Ora si rivolge a tutti i presenti:

"Abbiamo una Gangrel e un Brujah che ci faranno da guida e che spero riusciranno a darci il buon esempio. Se riusciamo a fare in modo che nuove fruttuose collaborazioni sbranino vecchi rancori, andremo molto lontani Signori....

Calypso, indietreggia, senza mai distogliere lo sguardo fiducioso dedicato a tutti i presenti, poi si appoggia alla portiera dell'auto da cui era balzata al momento del suo arrivo e lascia la parola agli altri.
Ultima modifica di Calypso il 27/05/2012, 13:58, modificato 2 volte in totale.
" S'intrappola negli angoli, ma a sua volta è una trappola per gli altri..."
Avatar utente
Calypso
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 19/01/2012, 22:20

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Ferdinando Forte » 27/05/2012, 9:54

Grazie Calypso, mi dai l'occasione di precisare una cosa... questo è il Sabbat, non è la Camarilla. Qui i rancori non si coltivano, si risolvono.
Se per un qualsiasi motivo avete del risentimento con qualcuno siate esseri con la spina dorsale e fierezza, risolveteli, non trascinatevi nessun rancore. A noi
... gesticolando indica prima se e Djamara e poi gli astanti ... serve avere il grande branco del Sabbat più coeso e compatto che mai, se davvero vogliamo intraprendere questa guerra. Non ci servono una serie di zite contegnose che si guardano storto tra di loro.
Da buon soldato quale è Marzio potrà confermare quello che dico: se c'è animosità tra le file di un esercito non si arriva da nessuna parte.
Amerei che qui ci fossero tutti. Dobbiamo essere operativi al più presto, non abbiamo tempo da perdere in chiacchiere da Elysium, quindi operate, chiamate gli assenti e ditegli di raggiungerci...adesso!
Immagine
La boxe è un simbolo, ma il pugno è la cosa più concreta che esista.Vinicio Capossela
Avatar utente
Ferdinando Forte
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 93
Iscritto il: 16/12/2011, 12:15

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Ludovico » 27/05/2012, 14:16

Visto? Mi fanno morire!

Ludovico tiene le gambe distese sul cofano della macchina e pronuncia queste brevi parole verso Marzio mentre sfoggia un sorriso spensierato e complice.

Poggia la testa sul telaio dell'auto, chiude gli occhi e aspetta.
Ludovico
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 11/01/2012, 14:55

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Damiano d'Acquaviva » 27/05/2012, 15:20

Dall'ombra di Ferdinando forte sorge la figura del D'Acquaviva, che essendosi teletrasportato attraverso le ombre nessuno ha udito ed esclama :Buona sera vescovi, allora come si dice in gergo "vuttam e man" diamoci da fare... Con un cenno del capo saluto tutto mi soffermo in particolare a salutare Ludovico e Marzio e mi telestrasporto tramite la sua ombra affianco a lui Signor Marzio come sta? la sua assenza si è sentita l'ultima volta noto che si e ripreso dall'altuma volta che ci vedemmo ... Non ne avevo dubbi un indomito guerriero come lei...
Immagine
Avatar utente
Damiano d'Acquaviva
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 20/12/2011, 19:15
Località: Maddalena's Beach (na)

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Marzio Aguerra » 27/05/2012, 16:06

Marzio annuisce gravemente alla parole di Ludovico, come a condividerne il pensiero celato dietro.
Poi assume una rigida posizione militare di riposo, con le gambe divaricate e le mani dietro la schiena; è così che accoglie il saluto del D'Acquaviva.
Un cenno del capo, e un sorriso:

Ed io son lieto di veder lei, ho molto apprezzato il suo comportamento in quel frangente; come ho detto, rispetto sempre chi combatte al mio fianco, ed è nel fuoco della battaglia che forgio i miei legami sinceri.
ma la prego di non chiamarmi "Signore", né tantomeno "Indomito Guerriero"


il tono è calmo, e la voce chiara arriva a tutti i presenti.

SE fossi davvero un Indomito Guerriero, chiederei a gran voce che sia pagata col sangue la morte di un Vescovo del Sabbat.
Se fossi un Indomito Guerriero, pretenderei il sangue di mille innocenti a tingere questa notte, per ripagare a misura l'ardire di vacche ignobili di cacciarci nei nostri rifugi e pensare di attaccarci alla pari .


Il tono sale leggermente, seppur senza scomporsi, mentre il pungo colpisce ripetutamente il palmo dell'altra mano a sottolineare ogni concetto.

Se fossi un Indomito Guerriero , schiaccerei questa città sotto il mio maglio, affogandola sotto il suo stesso sangue, che tingerebbe di rosso il suo mare per molti kilometri.
In una sola notte darei così tanto dolore e chaos che non vi sarebbero più lacrime negli occhi dei napoletani per i prossimi cento anni.
Gli donerei una notte indimenticabile, ove la sofferenza scriva a fuoco nelle menti di questi mortali chi è che comanda!

Se fossi in Indomito Guerriero, chiederei ai Vescovi di abbandonare ogni remora e liberarci dal guinzaglio!
Di impugnare la Spada del Sabbat con forza e senza più paura; di procedere con un abbraccio di massa e assaltare le basi Nato e i loro depositi d'armi eppoi dare la caccia all'intera città, andando a prenderli casa per casa. Entrerei nell' Aereoporto di Capodichino e dirotterei quanti più aerei possibile affinché si schiantino nei domini dei Camarillici. E mille altre cose ancora.

Avrei questa città sottomessa o in cenere. E quando la Camarilla si affacciasse a salvare la loro preziosa maschera, quando tutti i loro sforzi sarebbero nella cura della vacche; li caccerei come bestie uno ad uno, e li sacrificherei sull'altare del Sabbat.


Torna a volgere lo sguardo a Damiano, sorridendogli

Ma io sono solo un buon soldato, e aspetto ordini.
Marzio Aguerra
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 25/01/2012, 23:04

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Silas » 28/05/2012, 11:43

"Pur condividendo tutti i buoni propositi di Marzio, vorrei seguire il suggerimento di Ferdinando e portare la discussione ad un livello più...operativo"
Guardo tutti con un largo ghigno quasi sornione:
"A meno che non ci sia qualche altro temibile e crudele Figlio di Caino che sente l'irrefrenabile bisogno di violentarci con la sua prosa...No? Bene.
Abbiamo gli infernalisti, abbiamo i revenant e abbiamo l'obiettivo suggerito dal Priscus, questo Patriarca dei Nosferatu.
Vescovi, ho informazioni, strategie di intervento e domande in merito a ciascuna delle tre faccende, e vorrei sapere a quale di queste la Spada di Caino darà priorità.
Ho cura di avvisare i presenti che non c'è bisogno di ricordarmi che siamo nel mezzo di una Crociata contro la Camarilla. Lo so. Ma dò per scontato che siate tutti consapevoli del fatto che, negli ultimi tempi, la Torre d'Avorio è diventata la minaccia minore."
Rimanendo seduto, fisso gli occhi di Diamara, poi di Ferdinando, quindi di nuovo della Gangrel, in attesa che uno dei due risponda alle mie domande.

M. Silas
Silas
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 28/01/2012, 14:14

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Ferdinando Forte » 28/05/2012, 16:28

Pensavo che il parlar molto appartenesse solo ai Brujah della Camarilla, forse mi sbagliavo. Fortuna che Silas ci riconduce alle nostre priorità.
Seguirò il tuo ordine: per indagare sugli infernalisti il Priscus ha già deciso come dobbiamo muoverci, è una cosa estremamente delicata che è già operativa, sono spiacente ma ulteriori dettagli non possono essere divulgati.
I Revenant, dimmi chi cazzo sono e condividi le tue informazioni con noi. Per quello che riguarda il Patriarca dovremo avvalerci dell'aiuto di Samuele, la progenie del Priscus Malebolge, chi ha preso contatti con lui?
Immagine
La boxe è un simbolo, ma il pugno è la cosa più concreta che esista.Vinicio Capossela
Avatar utente
Ferdinando Forte
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 93
Iscritto il: 16/12/2011, 12:15

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Diamara Hedjet » 28/05/2012, 16:47

Le parole dei presenti appaiono nella mia mente simili a gocce d’acqua che percorrono una ragnatela… siamo ancora qui a ribadire cosa sia il Sabbat? Un sorriso mi si abbozza sulle labbra.
<<Per una volta siamo in completo accordo Silas… Hai ragione, la Camarilla ora non è la nostra priorità. Ora come ora il suo unico ruolo è quello di potenziale fonte di informazioni e per ciò che mi riguarda nulla è trascurabile. Ludovico è nel giusto quando dice che Gabriella ci serviva viva… molte erano le cose che sapeva, ma resta ancora un traditore da trovare.>>
Uno sguardo breve ai presenti, come a sottolineare l’importanza della questione.
<<Condividi con tutti noi ciò che sai Silas in modo che nessun fratello sia colto impreparato da ciò che lo attende.>> con un gesto della mano lo esorto a parlare… <<Procediamo per gradi, molte sono le cose da affrontare e più informazioni metteremo assieme meglio sarà>> I miei occhi si posano sui presenti… <<La stessa cosa vale per tutti voi… è giunto il momento di agire come un’unica mente e questa mente va guidata da ciò che ciascuno di voi sa.>>
Immagine
Avatar utente
Diamara Hedjet
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 56
Iscritto il: 16/12/2011, 21:51
Località: Napoli +In The Heart of Nothing+

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Silas » 28/05/2012, 18:07

Rivolgo la mia attenzione prima a Ferdinando, cui parlo con tono serio:
"Vescovo, il tuo modo di fare continua a minare la fiducia reciproca tra noi, in quanto non vedo motivi alla tua reticenza nel divulgare le informazioni circa la nostra reazione alla presenza di infernalisti, se non il timore di una fuga di notizie, anche quando si parla tra così pochi di noi. Io conosco il nome dell'entità che servono, so cosa sta facendo qui a Napoli, e so chi ci potrebbe dire di più in merito. Quando avrai la lungimiranza di condividere quanto sai su questa faccenda con noi, mi sentirò di fare lo stesso".
Rivolgo quindi la mia attenzione a Diamara:
"Per quanto riguarda i Revenant, credo sia il nome legittimamente attribuibile ai ghoul con cui stiamo avendo a che fare. Ghoul che nascono con poteri del sangue, tramandandoseli di generazione in generazione lungo un ceppo familiare. Collezionano Cainiti per utilizzarne il sangue e acquisirne così i doni. Io, il mio branco e il branco di Israfil supponiamo che si tratti degli stessi soggetti che hanno attuato gli attacchi alle spese del branco della Furia e del Sangue. Con l'aiuto di altre vacche hanno segnato tutti i luoghi che avremmo potuto utilizzare come potenziali rifugi, dopo la distruzione del capannone di Ludovico, per tenerli sotto controllo e scoprire dove ci troviamo. Sulla base di queste informazioni, i nostri due branchi insieme stanno preparando una magnifica sorpresa a questi cari amici, e contiamo di riuscire a portarne qualcuno a breve tra di noi, vivo, così che tutti possiate godere della sua compagnia.
Infine il Patriarca. Non metto in discussione il ruolo del Priscus, ma vorrei sapere perchè dovremmo cercare proprio questo Nosferatu, e perché ritiene che ci sia lui il responsabile di questa faccenda.
Credo che per avere queste informazioni, più che a lui dovremmo gentilmente contattare la progenie di questo Nosferatu, che, se il quadro completo non mi sfugge, essendo l'unico Nosferatu rimasto a Napoli oltre a Malebolge, al Priscus e al Patriarca stesso, posso immaginare sia lo stesso che ha incontrato Marzio, quello che vi ha sottratto il Siniscalco da sotto al naso. Dovremmo decidere come relazionarci con lui, al fine di essere sicuri di ottenere le informazioni che ci servono. Ah, ovviamente, qualcuno di voi più calmi e freddi di me ha sicuramente chiesto a Samuele come ricontattarlo. No? Nessun problema, in un impeto di razionalità ci ho pensato io".

M. Silas
Silas
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 28/01/2012, 14:14

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Israfil » 28/05/2012, 18:27

Tranquillizzati Silas, perchè il silenzio del nostro Vescovo è per rispetto al mio operato.

Avanzo senza produrre alcun rumore al di sopra di una montagnella di carcasse d'auto, raggiungendo il Gangrel con un balzo.

Gli infernalisti, adesso, non sono un problema per nessun'altro. Questo intendeva il Vescovo Forte. Ora, concentriamoci sulle altre minacce e sulle informazioni in nostro possesso.
Israfil
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 11/01/2012, 2:32

Re: Notte 23 Maggio 2012

Messaggioda Marzio Aguerra » 28/05/2012, 18:36

Marzio osserva per un lungo momento Forte, dopo la sua risposta "simpatica", la sufficienza è palese nella piega della bocca.
Infine, quando Diamara parla, le volge l'attenzione annuendo col capo in segno di condivisione.

Silas si fa avanti e prende la parola, e Marzio volge le spalle ai vescovi; rivolgendosi a Ludovico e Israfil appena giunto, allarga le braccia in segno di rassegnazione, lasciandole ricadere inermi al proprio fianco.
Con movimenti lenti torna a sedersi nella fiat sgangherata mentre si conclude l'ultimo intervento.
Marzio Aguerra
14° generazione da forum
14° generazione da forum
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 25/01/2012, 23:04

Prossimo

Torna a Vecchio scasso di via De Roberto

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite